Montesilvano

Montesilvano
Il mare, il fiume, una casa antica

sabato 3 novembre 2007

Sabato sera: Montesilvano in trance

E' un sabato sera qualunque dell'anno nella città di Montesilvano.
Le strade vuote, niente gruppetti di ragazzi che ridono e parlano a voce alta.
Nessun passeggio, luogo di incontro, zero partecipazione di nessun genere animale che solitamente popola le strade di un sabato sera qualunque.

I soldi scarseggiano ma incontrarsi e parlare per la città è gratis.
Ah scusate, dimenticavo! Non ci sono posti in cui passeggiare.

Però ci sono piazzette, strade, un centro. Ok è piccolo, sono d'accordo ma se si popola come in maggio quando c'erano i comizi elettorali è sempre un inizio.

Magari frequentare di più la città potrebbe attivare l'endorfina e gratificarci.
In fondo questa città è meno pericolosa di molte altre, se ci pensiamo. Qui si può passeggiare tranquilli.

Ma chi siete cittadini di Montesilvano?
Solo al mercato ritenete opportuno incontrarvi?
Il sabato sera c'è forse una tradizione sconosciuta che vuole lo svuotamento delle strade?
Oppure c'è un antico sortilegio che brucia chiunque cammini per la città?

Perchè non vivere la città, almeno il sabato sera?
Dove andate il sabato sera?
Cosa fate il sabato sera?

Una città di 44.687 abitanti non può essere silenziosa il sabato sera.

Avezzano ha 40.110 abitanti eppure il sabato sera la piazza pullula di cittadini.
Sulmona ha 25.238 abitanti eppure il sabato sera s'incontrano nel centro e passeggiano, si salutano, si mettono d'accordo su dove andare.
Città Sant'Angelo ha 13,314 abitanti e il suo corso si riempe di cittadini.
Lanciano ha 36.228 abitanti e anche loro si recano per le strade del centro e danno vita alla loro cittadina.

44.687 abitanti dove sono il sabato sera se non escono per le strade della loro città?
Almeno 687 perchè non passeggiano per le strade di Montesilvano?

Parliamone! Siamo sinceri con noi stessi!

Decidiamo cosa vogliamo fare!
Diamo un indirizzo a questa città!
Ma non si può tacere!
Non si può continuare così!

E' avvilente!
Un passo prima del suicidio!
E' incredibile!

Qualcuno mi spieghi questo posto!
Vi prego.

Nessuno si esprime.
Nessuno sa.
Tutti conniventi davanti a questo perverso modo di vivere e organizzare un territorio cittadino.
E' folle!

Ma forse i cittadini autoctoni non desiderano guizzi di vita nella città?
E' da pazzi vivere così.
Questo sabato sera qualunque è un ulteriore passo verso l'accidia, la depressione, la pazzia.

Aiuto...

Nessun commento: